Anticipazioni della fiction televisiva ambientata a Ponte Vecchio e intitolata Il Segreto, circa le puntate del 12 e 13 dicembre 2013: nelle precedenti puntate abbiamo appreso che il calesse di Castro, il criminale de Il Segreto che paradossalmente piace molto al pubblico, ha avuto un serio incidente.

A bordo del calesse c'era anche il bambino che tutta Ponte Vecchio sta disperatamente cercando? Inizialmente si diffonde la voce di popolo, che spesso è anche vox dei, che sia proprio così e dunque la fiction vive un momento di grande pathos nel corso degli episodi di giovedì e venerdì 12-13 dicembre. In seguito, però, emerge la nuda verità.

Un incidente misterioso

Sul calesse, dall'esame delle persone giunte sul posto, non emergono tracce del piccolo Martin (l'attore che lo impersona è Ivan Palacios). La teoria più accreditata diventa quella che Carlos Castro possa essere l'unico occupante del mezzo di trasporto. E' morto? A questa domanda daranno una risposta le puntate de Il Segreto del 12 e 13 dicembre 2013. Resta però il mistero circa la sorte di Martin. E' stato ucciso? Dove viene tenuto nascosto il piccolo, per la disperazione di Pepa Aguirre? E' proprio su quest'ultima, paradossalmente, che Francisca scarica le responsabilità della scomparsa di Martin. Donna Francisca non riesce infatti a trovare pace da quando non si hanno più notizie del bambino, ma del resto questo è più che comprensibile.

Due donne contro

Nel corso di queste puntate si andrà delineando poi il netto contrasto tra la figura di due donne e cioè la gelida Gregoria, la dottoressa, e Pepa, la levatrice piena di passione. Fin dall'arrivo a Ponte Vecchio del nuovo medico si è capito che la loro convivenza sarebbe stata estremamente complicata. Sono situazioni, queste, che si verificano anche nella vita reale e dunque il pubblico non fatica certo a identificarsi nello schema psicologico proposto dagli autori. Antipatia "a pelle", rivalità femminile o qualcosa di più? Se è giusto dare a Cesare quel che è di Cesare è anche giusto dare a Gregoria quanto le spetta di diritto.

La nuova dottoressa dà infatti una prova tangibile delle sue capacità di medico salvando l'incolumità di Antonia durante il parto. Pesanti saranno però le accuse di Gregoria stessa all'indirizzo di Pepa, la quale si troverà con le spalle al muro. Gregoria la ritiene responsabile, in qualità di levatrice, dei pericoli corsi dalla partoriente, salvatasi in extremis grazie a un cesareo. Un modo di liberarsi definitivamente di lei? Riuscirà Pepa a discolparsi agli occhi di tutta Ponte Vecchio?