In queste settimane Canale 5 sta trasmettendo in prima serata un nuovo prodotto che ha letteralmente conquistato il suo pubblico.

Parliamo della fiction Baciamo le mani. Palermo – New York 1958, che vede protagoniste Sabrina Ferilli e Virna Lisi, che sono tornate insieme sul set dopo la brillante esperienza de Le ali della vita, altro grande successo targato Mediaset che vide protagoniste le due attrici.

Una fiction che ha come sfondo vicende mafiose, in alcuni tratti simile a quelle che già in passato Mediaset ha mandato in onda, come ad esempio L'Onore e il rispetto o la recentissima Pupetta-Il coraggio e la passione.

Il pubblico apprezza molto questo tipo di fiction: gli ascolti di Baciamo le mani viaggiano su una media di ben 5 milioni di spettatori a puntata, pari ad uno share del 21%.

Numeri molto positivi che fanno sperare i fans in una seconda stagione della fiction. Al momento, però, l'idea sembrerebbe essere piuttosto difficile, così come hanno dichiarato le due attrici in un'intervista rilasciata al settimanale, Tv Sorrisi e canzoni.

Al termine della prima stagione, infatti, la stragrande maggioranza dei personaggi di Baciamo le mani moriranno. Nelle prossime puntate toccherà ai figli di Agnese: già abbiamo assistito alla morte di Pasquale, il marito della Ferilli e figlio della Lisi.

Le uniche due a rimanere in vita saranno proprio Agnese e Gabriella, ossia Sabrina Ferilli e Virna Lisi.

Insomma, nel caso in cui ci fosse una seconda stagione di Baciamo le mani, bisognerebbe stravolgere completamente la trama e permettere l'ingresso in scena di nuovi personaggi.