Google Reader era un servizio gratuito che permetteva di gestire via web i feed RSS/Atom. Attraverso un'interfaccia molto intuitiva, l'utente inseriva l'indirizzo dei feed che intendeva sottoscrivere, e Google Reader provvedeva ad aggregarli all'interno di una pagina web costantemente aggiornata.

Un aggregatore web di feed RSS/Atom risulta molto comodo quando si ha la necessità di condividere gli stessi feed su dispositivi diversi (computer fisso, tablet, smartphone ecc.). Per molti anni, Google Reader è stato il più noto degli aggregatori web, e si era guadagnato la stima di un folto gruppo di internauti.

Tuttavia, l'inaspettata chiusura del servizio, avvenuta nell'estate del 2013, ha costretto i fedeli utilizzatori di Google Reader a cercare delle alternative. Molti utenti si sono riversati subito su Feedly, che nel frattempo era stato recensito positivamente da alcuni blog e siti specializzati. Feedly è gratuito come il defunto Google Reader ma ha il difetto di non aggiornare frequentemente i feed (solitamente, l'aggiornamento avviene una volta al giorno) e richiede il pagamento di una quota mensile per effettuare ricerche all'interno degli articoli passati.

InoReader, invece, risolve entrambi i problemi. I feed vengono aggiornati una volta ogni ora (o più spesso, in base al numero di sottoscrittori) e permette di effettuare ricerche in tutti gli articoli pubblicati dalle fonti. InoReader è leggero e veloce, e la sua interfaccia ricorda molto quella di Google Reader. Inoltre, gli sviluppatori sono molto disponibili e hanno messo a disposizione un forum di discussione per ascoltare suggerimenti, opinioni e richieste degli utenti registrati.