Entro il 28 febbraio 2014 è possibile pagare il dovuto ad Equitalia in un'unica soluzione senza l'applicazione degli interessi. Tale notizia è contenuta nella legge di Stabilità che aspetta la fiducia del Senato.

In ordine temporale questa è sicuramente l'ultima novità che riguarda le cartelle esattoriali di Equitalia, ovvero la possibilità di pagare tutto il debito con il Fisco in un'unica soluzione, entro e non oltre il 28 febbraio del 2014, senza che siano applicati interessi o mora. La novità viene applicata anche agli avvisi di accertamento esecutivo.

A tutte le nuove disposizioni che hanno arricchito l'anno che si sta per concludere in materia di cartelle esattoriali si aggiunge, quindi, anche la rottamazione che si va a porre in coda alla sospensione delle cartelle pazze, ovvero quelle inviate per errore da Equitalia qualche mese fa, e la nuova rateizzazione prevista da Equitalia per il pagamento del debito. Quest'ultima prevedeva la possibilità di 4 piani di rateizzazione distinti, uno con un massimo di 72 rate (piano ordinario), uno in proroga, un piano di rateizzazione straordinario e un piano in proroga straordinario.

Dopo l'ultima novità, quella della rottamazione delle cartelle esattoriali, cosa altro dovremo aspettarci dalla agenzia di riscossione debiti più chiacchierata di Italia? Sicuramente il nome Equitalia incute terrore e preoccupazione negli italiani, che forse inizieranno a guardare all'agenzia con un occhio diverso dopo le novità introdotte che vorrebbero facilitare ai contribuenti il compito di saldare i propri debiti.