Al via i Mondiali di nuoto 2013 a Barcellona dal 20 luglio al 4 agosto, analizziamo gli italiani in gara fra squadra femminile e maschile e le medaglie che potrebbero essere alla loro portata. Occhi puntati su Fabio Scozzoli, Federica Pellegrini e Filippi Magnini per diversi motivi, ma ci sono altri azzurri magari meno noti che danno speranze di medaglia all'Italia del nuoto.

Ricordiamo che in realtà dal 20 al 27 luglio saranno disputate le gare di nuoto in acque libere per via delle lunghe distanze da percorrere, dai 5 ai 25 km; a seguire dal 28 al 4 agosto le gare in vasca che saranno trasmesse in diretta tv dalla Rai e in pay tv sui canali Eurosport.

Cominciando dal settore femminile non si può prescindere dal parlare di Federica Pellegrini che tuttavia stavolta si cimenterà solo nei 200 dorso per cui si è preparata, mentre per lo stile libero parteciperà solo alla staffetta 4x100. Dando uno sguardo ai tempi non sembrano esserci possibilità di medaglia, a dire poco ci sono almeno 3 atlete nettamente più veloci, ma la Pellegrini quando c'è con la testa e visto che ci sono grandi probabilità che sia così non nuotando da favorita, si spera possa stupirci in positivo nel dorso.

Chi invece potrebbe (speriamo di no) patire una qualche pressione psicologica è Ilaria Bianchi, detentrice del titolo europeo nei 100 farfalla, ha tutte le carte in regola per conquistare una medaglia, vedremo di quale metallo potrà essere. L'azzurra parteciperà anche alla staffetta mista 4x100 che però non ha speranze di medaglia, la finale sarebbe già un successo. Sempre nei 100 farfalla parteciperà anche Silvia Di Pietro, il futuro le sorride ma per adesso non ci sono i tempi per ambire a una medaglia.

Altre italiane in gara sono Diletta Carli nel mezzofondo, Alice Mizzau ed Erika Ferraioli in vasca corta, la Caramignoli e la giovane Pirozzi che si cimenterà nei 200 misti e 200 farfalla.

Passiamo al campo maschile, deove partiamo subito dall'ex di Federica Pellegrini ma ancora compagno di allenamento, Filippo Magnini, l'esperto nuotatore azzurro si cimenterà nei 100 stile libero tentando un colpaccio che avrebbe del clamoroso. Nei 100 e 200 rana sarà protagonista Fabio Scozzoli, per lui qualche speranza di medaglia c'è, incrociamo le dita anche se non sarà affatto facile. Ad ambire a una medaglia c'è Gregorio Paltrinieri che nonostante i suoi 18 anni ci proverà nei 1500 metri.

Obiettivo finale per Piero Codia nei 50 delfino e Matteo Rivolta nei 100 farfalla, ma anche per Marco Di Tora nei 50 e 100 metri dorso e per Samuel Pizzetti nei 400 stile libero. Nelle gare miste si punta su Federico Turrini e Luca Marin, almeno per fare buona figura. Sempre interessante seguire la staffetta 4x100 il cui obiettivo è entrare in finale e centrare un quinto posto visto che le altre avversarie sono pressoché imbattibili. In vasca corta flebili speranze di medaglia per Luca Dotto e Marco Orsi.