I sondaggi hanno confermano che sono ancora 5 milioni gli indecisi sul voto, e secondo politica 24, molti sceglieranno quando si troveranno nella cabina elettorale. Questo dato mette in evidenza la sfiducia degli italiani con la politica e i suoi esponenti leader, si tratta di un numero significativo, il 30% degli aventi diritto al voto, esattamente 1 su 3.

L'identikit dell'indeciso, è il cittadino medio, con un basso livello socio culturale, spesso donna, casalinghe, pensionati, e residenti al sud. Il popolo degli indecisi, o degli ignavi danteschi, era già molto presente nelle elezioni del 2008, anche in quel caso gli indecisi decisero dentro la cabina la loro scelta per il futuro del loro paese, all'ultimo momento.

Dunque la campagna elettorale è ancora apertissima, tutto potrebbe dipendere da una frase un comportamento dei candidati, che dovrebbero portare avanti nella campagna elettorale, il programma elettorale con promesse serie e realizzabili.

Soprattutto è necessario riconquistare la fiducia dei disillusi, che si sentono abbandonati e non compresi dalla politica italiani che li ha lasciati soli in gravi difficoltà ad affrontare i problemi quotidiani per anni, non sarà un compito facile, in quanto gli indecisi sono influenzabili dalle proposte dell'ultima ora. Le sorti del Paese Italia sembrano in mano dunque al 30% della popolazione degli indecisi e dei disillusi che prenderanno una decisione all'ultimo momento.