La lotta all'evasione fiscale ha assunto una presa di forza ancora più determinata. Da quest'anno infatti il pagamento dell'affitto di casa sarà possibile effettuarlo soltanto con bonifico bancario, con versamento sul conto e con assegno. In tal modo sarà perfettamente tracciabile inquilino e proprietario locatario dell'immobile.

Pagamenti affitto di casa 2014: legge di stabilità

Tale decreto è stato deciso dal governo Letta nella nuova Legge di Stabilità che ha soppiantato il vecchio decreto Monti. Da quest'anno dunque non ci sono più limiti minimi di pagamento contante come nella precedente fissata dal governo Monti. Nel precedente decreto infatti, per i pagamenti, qualunque essi siano, inferiori ai 1000,00 euro era possibile pagare in contanti, ora invece, anche un affitto simbolico di 1 euro deve essere effettuato nei suddetti modi. Con tale sistema si dovrebbe evitare definitivamente la piaga delle evasioni fiscali dovute ad affitti in nero.

Pagamenti affitto di casa 2014: le altre novità

Dall'obbligo sono esclusi alloggi di edilizia residenziale pubblica, vi rientrano invece anche le spese sostenute per le ristrutturazioni edilizie in quanto anche esse devono essere perfettamente tracciabili, così come i lavori per il risparmio energetico e per l'acquisto di mobili.

Cambiamenti importanti dunque anche per alcune figure professionali come architetti, commercialisti, avvocati, medici e dentisti i quali dovranno munirsi di un terminale POS che consenta la tracciabilità dei pagamenti ricevuti dai clienti. In pratica ciò che già fanno i commercialisti.