Detrazioni fiscali per ristrutturazioni e mobili: la legge di stabilità proroga (all'ultimissimo momento) gli incentivi. Dal 2014 le detrazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie dal 50% resteranno al 50% (dopo che si era dato praticamente per certo un ritorno al 36%) e con il 2013 non termina nemmeno la possibilità di accedere al bonus mobili. Anche per le detrazioni sul risparmio energetico è previsto un rinnovo che manterrà l'ecobonus al 65%.

Con la legge di stabilità quindi non cambieranno i termini per le detrazioni fiscali per ristrutturazioni edilizie, quindi. Ricordiamo che le detrazioni al 50% per il momento erano valide fino al 31 dicembre 2013, allo stesso modo il bonus mobili ed elettrodomestici (legato a quello per le ristrutturazioni), in scadenza a fine anno, vede una proroga fino al 31 dicembre 2014. Ricordiamo che il bonus sugli elettrodomestici, affinché possa essere ottenuto deve riguardare soltanto le apparecchiature con classe energetica A+, fatta eccezione per i forni, per i quali la classe richiesta è A o superiore.

Le detrazioni fiscali per mobili ed elettrodomestici permettono uno sgravio del 50% per un tetto massimo di 10 mila euro. Per quanto riguarda le detrazioni sulle ristrutturazioni, per le quali la proroga è adesso una certezza, non dovrebbero cambiare i termini specifici su chi e come può usufruire della detrazioni, almeno stando alle informazioni al momento disponibili.

Grande amarezza era stata espressa da parte di molti per la probabile mancata stabilizzazione degli incentivi per risparmio energetico, mobili ed elettrodomestici e ristrutturazioni, tuttavia i cambiamenti dell'ultimo momento permettono a tutti i soggetti interessati di tirare un sospiro di sollievo: anche per tutto il prossimo anno si potrà usufruire dei bonus.