Scade oggi l'ultima rata dei contributi Inps dovuti per l'anno 2012 dagli artigiani e commercianti.

Per il 2013, purtroppo, sono stati previsti degli aumenti percentuali che avranno come fine l'obiettivo di portare progressivamente l'aliquota dovuta al 24%; manovra prevista dal DL "Salvitalia".

Vediamo ora nel dettaglio, le aliquote previste.

Commercianti

Sono obbligati alla iscrizione della gestione commercianti tutti coloro che esercitano le attività inquadrabili nel settore terziario di cui all'articolo 49, comma 1, della legge 9.3.1989 n. 88 con la sola esclusione dei professionisti e artisti.

I soci delle SRL esercenti una delle attività ricomprese nel settore terziario, qualora partecipino al lavoro aziendale con carattere di abitualità e prevalenza, sono obbligati all'iscrizione alla gestione commercianti.

Le aliquote previste saranno le seguenti:

  • Fino a Euro 15.357,00 quota fissa 3.361.41 annua
  • Da Euro 15.357,01 a 45.530,00 il 21,84% del reddito eccedente
  • Da Euro 45.530,01 a75.883,00 il 22.84%. (questo massimale è riservato ai soggetti con anzianità contributiva anteriore al primo gennaio 1996.

Artigiani

L'imprenditore artigiano è colui che esercita attività d'impresa con limiti dimensionali e la cui attività ha per oggetto la produzione di beni o prestazioni di servizi, escluse quelle commerciali, anche sotto forma societaria.

Il titolare dovrà svolgere la propria attività all'interno dell'impresa con carattere di prevalenza e professionalità e, requisito fondamentale, dovrà partecipare al lavoro manualmente.

  • Fino a Euro 15.357,00 quota fissa pari a Euro 3.347.59
  • Da Euro 15.357,01 a 45.530,00 il 21.75% sulla quota eccedente
  • Da Euro 44.204,01 a 73.673,00 il 22.75%

Per i collaboratori di età inferiore ai 21 anni, l'aliquota scende di tre punti.

Come si pagano i contributi

Le scadenze dei contributi dovuti per l'anno 2013 sono le seguenti:

  • 16 maggio
  • 20 agosto
  • 18 novembre
  • 17 febbraio 2014.

Per i contributi dovuti sulla quota di reddito eccedente il minimale, le scadenze sono le stesse previste per i pagamenti Irpef derivanti dalla dichiarazione dei redditi (saldo 2012, primo e secondo acconto 2013).

Da quest'anno non verranno più inviati i modelli precompilati con gli importi da pagare, ma i commercianti e gli artigiani dovranno prelevare dal proprio "Cassetto Previdenziale Inps" , accessibile tramite Pin, i dati per il versamento che dovrà avvenire unicamente a mezzo F24 tramite la funzione "Dati del mod. F24".