Punta sulla continuità l'Atalanta del Presidente Percassi per la stagione 2013/14: confermatissimo in panchina Stefano Colantuono, alla sua quarta stagione consecutiva sulla panchina nerazzurra. Pochi innesti e tante conferme in casa atalantina, con Pierpaolo Marino che è riuscito a trattenere a Bergamo i suoi gioielli Denis, Bonaventura, Consigli e Cigarini. Il tecnico Colantuono ha ammesso apertamente di puntare su un modulo leggermente diverso rispetto alle scorse stagioni: un 4-3-3 che cercherà di far divertire ancor di più l'esigente pubblico di Bergamo. Andiamo ad analizzare i colpi e la squadra atalantina reparto per reparto.

Difesa: a fine campionato girava qualche voce su Consigli ma alla fine il portierone nerazzurro rimarrà almeno per un'altra stagione a Bergamo, con Ciro Polito che sarà nuovamente il secondo portiere. Al centro è arrivato dal Milan Mario Yepes, giocatore che porterà grande esperienza nel reparto difensivo ma che dovrà essere utilizzato con moderazione visti i suoi 37 anni. Il rientro di Capelli è importante, ma il centrale bergamasco avrà bisogno di un po' di tempo per tornare sui suoi livelli dopo il lungo infortunio. Confermati Canini, Stendardo e Lucchini che lotteranno con Yepes e Capelli per due maglie da titolare.

A destra è arrivato il promettente Nica, classe 1993 ma già nel giro della Nazionale maggiore rumena, che si giocherà un posto con Scaloni. A sinistra partirà titolare Cristiano Del Grosso con Capitan Bellini come prima alternativa. Contini e Brivio dovrebbero finire sul mercato, mentre rimarrà in rosa Cristian Raimondi. Manca forse un centrale veloce, ma il reparto non dovrebbe registrare nuovi arrivi.

Centrocampo: il ritorno di Giulio Migliaccio è stato sicuramente un grande colpo e sarà un titolare inamovibile in mezzo al campo. Accanto a lui, ci saranno Luca Cigarini e Carlos Carmona, reduci entrambi da un'ottima stagione. Giorgi sarà una buona alternativa, così come Cazzola (che sta recuperando da un lungo infortunio). C'è grande curiosità attorno a Daniele Baselli: il giovane regista, reduce da due ottime stagioni al Cittadella, ha impressionato tutti durante il precampionato e rimarrà quasi sicuramente all'Atalanta a fare il vice Cigarini e a lottare per una maglia da titolare. Da chiarire la posizione dell'oggetto misterioso Troisi, tenuto in panchina per tutta la scorsa stagione. Si parla di un possibile arrivo a centrocampo: servirebbe un incontrista per allungare la panchina, si era fatto il nome di Merkel dell'Udinese. Il nome dell'ex milanista rimane aperto ma non sono da escludere colpi a sorpresa.

Attacco: il "Tanque" German Denis è una garanzia che vale 15 gol a stagione, Jack Bonaventura rimarrà a Bergamo nonostante l'interessamento di diversi club italiani. Il terzo giocatore che dovrebbe formare il tridente titolare sarà Marko Livaja, chiamato a dimostrare tutto il suo valore dopo un finale di stagione fatto di alti e bassi. Proprio il croato, se dovesse trovare la giusta continuità anche a livello realizzativo, potrebbe essere il giocatore capace di spostare gli equilibri e fare la differenza davanti.

De Luca, Brienza e il ritrovato Marilungo garantiscono valide alternative e la possibilità per Colantuono di avere a disposizione caratteristiche diverse a seconda dell'avversario. Da chiarire la posizione di Matteo Ardemagni: il bomber reduce da una super stagione a Modena è sul mercato ma per ora nessuna squadra si è avvicinata alle richieste atalantine.

Ecco la probabile formazione dell'Atalanta 2013/14: (4-3-3) Consigli; Nica (Scaloni), Stendardo, Yepes (Lucchini), Del Grosso; Migliaccio, Cigarini, Carmona; Bonaventura, Denis, Livaja.